Mercato oro, la quotazione ufficiale avviene al London Gold Fixing

Il mercato oro più significativo, dove viene fissato giornalmente il prezzo di riferimento a livello mondiale, è il Fixing di Londra.

L’oro è utilizzato anche come bene di investimento, per cui ha una quotazione ufficiale quotidiana ed è trattato su molti mercati a livello mondiale.

tasso interesse

Il Fixing di Londra (London Gold Fixing), nato nel 1919, è il mercato oro più significativo per gli operatori del settore.

E’ rappresentato dai cinque maggiori broker mondiali (Scotia-Mocatta, Barclays Capital, Deutsche Bank, HSBC e Société Générale), i quali, due volte al giorno, fissano un prezzo di riferimento (detto fixing) che costituisce la quotazione ufficiale dell’oro. Inoltre, fissano anche il prezzo dell’argento.

Nel 1987 è stata creata un’associazione, la London Bullion Market Association (LBMA), che ha come membri i più importanti operatori del settore, e detta le principali regole di funzionamento del mercato oro. Ha istituito e cura le aziende produttrici che possiedono determinati standard qualitativi. L’oro prodotto da tali aziende viene accettato dagli operatori internazionali perchè ha i requisiti imposti dai rigidi criteri che caratterizzano un lingotto secondo lo status di London Good Delivery (corrispondente a 400 once troy – 12,4 kg).

Good delivery è infatti la tipologia più scambiata del mercato ufficiale, il quale rimane aperto 24 ore al giorno per 5 giorni alla settimana. Il prezzo che viene pubblicato ogni giorno su internet e sui giornali è proprio quello derivante dallo scambio di questi lingotti da 400 once, unitamente a quelli da 100 once approvati dal mercato Comex di New York.

Attualmente esistono 55 raffinatori autorizzati dalla LBMA, che ogni anno creano circa 150 mila lingotti da 400 once.

L’oro, come l’argento, è quotato in tutto il mondo nel mercato OTC (Over The Counter), e Londra è il più grande mercato mondiale di transazioni OTC.

Altro mercato oro importante è il Comex di New York, nato nel 1975 quando vennero abolite le restrizioni che impedivano ai privati di detenere oro. Seguono i mercati di Zurigo, Tokyo, Hong Kong e Singapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *